Francia, attacco al grido di «Allah Akbar» con il coltello: due morti



cronaca nera

È accaduto a Romans-sur-Isère nel sud-est del Paese

(Afp)

2′ di lettura

Attacco con coltello a Romans-sur-Isère, località di 35mila abitanti nel sud-est della Francia, non lontano da Grenoble: due persone sono morte, cinque i feriti in condizioni gravi, una donna è gravissima.

L’uomo, 33 enne, non ha documenti di ideneità con sé, hanno reso noto gli inquirenti. Ha dichiarato di avere 33 anni e di essere sudanese. È un richiedente asilo.

Secondo fonti accreditate l’accoltellatore è entrato con un coltello in una tabaccheria, colpendo il titolare e successivamente la moglie che era accorsa in sua difesa. Poi è entrato in una macelleria e si è impadronito di un altro coltello, usandolo prima contro un cliente, poi attaccando in strada altre persone, fra le quali alcune in fila per il pane davanti a una boulangerie.

Stando agli inquirenti, l’uomo non risulta schedato o pregiudicato.

L’assalitore ha gridato «Allah Akbar» (“Dio è il più grande”) colpendo le sue vittime, hanno testimoniato alcune persone intervistate dalla radio locale, France Bleu.