2.000 miliardi di aiuti, 1 milione di militari e riconversione industriale – Libero Quotidiano



Donald Trump passa all’attacco del coronavirus. Negli Stati Uniti i numeri sono in costante crescita: già superata la Cina con oltre 85mila casi ufficiali, a fronte di 1.246 morti. Soltanto tre giorni fa il presidente programmava di riaprire i battenti al più presto, magari già per Pasqua, e invece si è presto dovuto ricredere: la situazione è critica, soprattutto nell’epicentro di New York, e richiede decisioni drastiche. In questo senso Trump ha fatto la mossa: ha firmato un decreto che autorizza il richiamo di un milione di riservisti dell’esercito, della marina, dell’aeronautica e della guardia costiera per far fronte all’emergenza. Inoltre il presidente ha annunciato 2.000 miliardi di aiuti economici e ha imposto alla General Motors di riconvertire la produzione in respiratori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *